chissà cos’è successo….

Io non so cos’è successo. Ma qualcosa è successo. Ieri era il 17 Aprile 2010, e questo, ci scommetto, lo sapevate anche voi. Il problema è che da quando mi sono alzata non ho fatto altro che combinare pasticci tutto il giorno. Gli oggetti mi cadevano dalle mani, i bicchieri si ribaltavano con conseguente diaspora della’acqua in essi contenuta. Ho sbattuto il cranio contro l’anta della credenza, mi sono persa per andare in piscina, stavo per perdere uno dei tra autobus per tornare a casa. E fin qui, mi sono rassegnata a pensare che tutto facesse parte del mio progetto di micro sfighe quotidiane. Nel pomeriggio la tendenza casinista ha subito una battuta d’arresto, semplicemente perchè mi sono stesa a letto per un paio d’ore. Ovviamente, prima di rilassarmi, stavo per far volare il mio Mac dalla scrivania. Mi sono detta quindi “stai ferma e non far niente”. E come strategia ha funzionato in effetti. 
E’ giunto poi il sabato sera, con relativa cena da preparare con gli amici. Non ci crederete mai, ma a terra è arrivato di tutto. Torte salate, pezzi di salsiccia e pomodori secchi, vino: non ero io la sola ad avere “i mani ‘i ricotta” come di dice in Sicilia. Io e tutti i miei amici ieri ne abbiamo combinate di ogni. Chi sbatteva contro il tavolo provocando un effetto domino su bottiglie e bicchieri, chi faceva crollare sul pavimento intere porzioni della cena, chi con un’abile mossa alla Lady Oscar si versava la cena sui vestiti. Ripetutamente ci siamo domandati: ma cosa c’è oggi che non va? Perchè tutti questi micro disastri? Cosa c’è nell’aria? E stamattina, mi sono data una risposta. 
Ecco cosa c’è nell’aria: le ceneri del vulcano islandese Eyjafjallajokull, nome impronunciabile che suona più o meno come “Ehy fai un po’ in cul”. Che sia un inequivocabile messaggio da parte di Madre Terra agli esseri umani?

La nube che incombe.  

Annunci

7 pensieri su “chissà cos’è successo….

  1. Ma che dite mai. Io le mani "ciocie" le ho dalla nascita, bicchieri, posaceneri in pregiata ceramica e bomboniere orribili sono la mia specialità! Per non parlare dei lividi alle cosce ne ho sempre uno nuovo. Quindi coraggio e non fatevi influenzare dalla NUBE. Lei passerà ma le microsfighe quotidiane no!

  2. Pensa se eri la proprietaria di una compagnia aerea…la nube ti avrebbe fatto imprecare dalla sera alla mattina 😀 Cosa vuoi che siano due pezzi di salsiccia in terra? 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...