Non ti fanno dormire

Sarà stata l’atmosfera sognante e romantica creata dall’abbondante nevicata di ieri, ma questa notte è stato impossibile chiudere occhio. Quando sono venuta a vivere in questa mini-casa mi stupì un bel po’ l’estrema sottigliezza delle pareti del palazzo e degli appartamenti. Tutto. E dico, tutto, si fa ascoltare. Al mattino presto sento le zampette unghiate del cagnolino del secondo piano fare tic tic tic tic sul parquet di legno e, come ben saprete se avete il sonno leggero, questo rumore è in grado di svegliare chiunque si trovi nel bel mezzo della sua fase REM. Durante la giornata poi qualcuno decide periodicamente di spostare il mobilio delle stanze, così, per presunzione. E anche quello si sente, poltrona dopo poltrona, libreria dopo libreria. Le persone che salgono e scendono dalle scale del palazzo, turutùm turutùm turutùm, senza alcun rispetto per chi ha la parete del letto proprio adiacente ad esse; anche quelle si fanno ascoltare. 
E questa notte, poi. Sarà stata l’atmosfera romantica e sognante creata dall’abbondante nevicata, sarà stata l’influenza di Valerio Scanu e i suoi laghi, sarà stata una folle vampa d’amore di Marzo, ma i nostri vicini del piano superiore non ci hanno fatto dormire. 
All night long, come direbbe Lionel Richie. E ‘ntruppa ‘ntruppa. E zompa zompa. Fino a stamattina. Siamo tutti molto felici per loro, ma spero di non incontrarli per le scale, per evitare di scoppiare a ridere davanti ai loro volti appagati. I miei complimenti, come direbbe Marina Rei.
C’è solo un ultimo rumore che manca all’appello, dopo stanotte. E se dovesse verificarsi vi terrò senza dubbio aggiornati. Quali rumori invece destano i vostri sonni? Quali suoni non vi consentono di dormire? Un fratello che russa, un coinquilino che parla nel sonno, la vicina novantacinquenne che urla? Raccontate pure fra i commenti ma, ssst, piano piano. E soprattutto non fate come questo ragazzo cinese.
Annunci

4 pensieri su “Non ti fanno dormire

  1. Da noi al massimo litigano per le scale per le cause di divorzio. Ma in pieno sabato pomeriggio…E riguardo all'articolo,beh…insomma…che colpa ha uno se russa?

  2. Scritto bene; la descrizione iniziale è un buon preludio alla seguente. Io l'avrei volgarizzata un po', per darle più risalto ed aumentare l'effetto "sorpresa" 😛 In bocca al lupo per il sonno futuro

  3. @Kael – Crepi il lupo, vi terrò aggiornati 😉 @Marcello – è interessante come la vita dei condomini sia molto simile ai social network@Antonella – Invidio tantissimo il tuo sonno mattonato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...